Federico Porta

Federico Porta

Consulente SEO esperto in posizionamento sui motori di ricrca e pubblicità a pagamento.

Tabella dei Contenuti

5 motivi per cui la SEO è fondamentale nel 2020

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

5 motivi per cui la SEO è fondamentale nel 2020

 

La SEO è morta? Nel 2019 non serve più fare SEO perché Google è talmente bravo da posizionare i siti giusti? In questo articolo spieghiamo i 5 motivi per cui la SEO è cruciale per qualsiasi business nel 2019.

Aleksandra Pautaran di link-assistat.com (link a fine pagina) racconta come nel 2019 e più che mai nel prossimo futuro la figura del SEO sarà sempre più importante per aumentare i propri fatturati e la propria visibilità sul web.

Il motivo principale per cui oggi bisognerebbe fare [tooltip hint=”SEO è l’acronimo della parola inglese Search Engine Optimization, che in italiano significa Ottimizzazione per i motori di ricerca.”]SEO[/tooltip] è che questo tipo di ricerca, cioè la ricerca organica, domina ancora la conversione tra potenziale cliente e cliente che effettua un acquisto.

Secondo la ricerca Forrester Consumer Technographics, il 49% dei consumatori si affida alle ricerca durante il processo di decisone di acquisto  e il 19% di questi ammette che i motori di ricerca influenzano le loro decisioni in fase di acquisto.

 

  1. La SEO ti permette di essere dove sono i tuoi clienti
  2. La SEO è molto più conveniente rispetto all’advertising
  3. La SEO aiuta a far crescere il tuo brand
  4. La SEO influenza quasi tutti gli aspetti di un business
  5. La SEO migliora tutti i siti web e di conseguenza migliora Internet

 

1. La SEO ti permette di essere dove sono i tuoi clienti.

Che ci piaccia o no, le forme di marketing tradizionali come la televisione, radio, carta stampata etc. hanno ormai perso gran parte del loro potere. Sono diventate una sorta di -rumore bianco-, nessuno dà loro più attenzione. Questo succede perché le persone preferiscono interrogare un motore di ricerca che in pochissimi secondi è in grado di rispondere con assoluta precisione alla richiesta fatta dall’utente. Ecco perché le persone usano Google per iniziare a fare delle ricerche su un prodotto o servizio.

Immaginate di aver bisogno di comprare una macchina per il caffé. Dove andreste a cercarla? Sui risultati di ricerca di Google ovviamente, dove se no? Internet ha trasformato il business nel mondo, ha ribaltato tutto quanto. Ora è molto più probabile che le persone visitino prima il vostro sito internet che il vostro negozio. Infatti il 96% degli americani effettua acquisti sui siti di E-Commerce.

Questo è il primo motivo per cui in qualità di responsabili del vostro business dovreste essere lì dove sono i vostri clienti – su Google. Molto più di questo, avete bisogno di essere visibili, questo significa che il vostro sito deve essere in prima pagina possibilmente nelle posizioni più in cima. Ignorare la SEO nel 2020 sarebbe come negare che la terra è rotonda.

 

Un altro argomento molto importante in favore della SEO è che la ricerca organica è la prima fonte di traffico verso un sito web.

 

La spiegazione è abbastanza semplice: se il tuo sito web è visibile nei risultati di ricerca [tooltip hint=”SERP è l’acronimo della parola inglese Search Engine Result Page che in italiano significa Pagina dei risultato di ricerca.”](SERP)[/tooltip] ci sono molte possibilità che chi ha effettuato la ricerca clicchi sul tuo sito web e più persone lo cliccano, più le possibilità di conversione aumentano e di conseguenza, più le conversioni aumentano, più le possibilità di guadagno si incrementano. La cosa ancora più bella è che da queste visite si possono ottenere ulteriori guadagni tramite la pubblicità erogata dalla piattaforma Google Adsense.

Cosa vogliamo dire con queste parole? Sostanzialmente è il momento di correre ed entrare nella SEO perché nell’istante in cui stai leggendo questo articolo, migliaia di possibili clienti sono là fuori che stanno cercando proprio il prodotto o servizio che potresti dargli tu.

 

2. La SEO è molto più conveniente rispetto all’advertising

Inizialmente molti imprenditori sono spaventati dal costo della SEO e decidono di dirottare il loro budget sul [tooltip hint=”PPC è l’acronimo della parola inglese Pay Per Click che in italiano significa Paga per ogni click”]PPC[/tooltip]pensando che questa soluzione abbia meno costi e risultati più immediati.

La verità è che la SEO e il PPC sono costosi. E’ corretto quindi dire che inizialmente la SEO è molto più costosa del PPC, ma la SEO è una strategia a lungo termine che dà i risultati sulla distanza, mentre il PPC dà risultati immediati, ma appena si smette di investire in advertising i risultati spariscono. Una ricerca di Moz dice che il 95% delle ricerche organiche guidano tutto il traffico. Per questo motivo il 70-80% dei visitatori ignora gli annunci pubblicitari concentrandosi sui risultati organici.

Ciò che poi non si deve sottovalutare è il budget che bisogna spendere per il PPC, perché più la competitività di una parola chiave è alta più sarà alto il costo che bisognerà sostenere per affrontare quella campagna pubblicitaria.

Ecco perché è importante prima di optare e di buttarsi sulla pubblicità a pagamento dare uno sguardo a quanto ci potrebbe costare; per farlo è sufficiente utilizzare lo strumento di pianificazione di parole chiave che [tooltip hint=”Google Ads è il servizio di Google per la gestione delle campagne pubblicitarie, in precedenza questo servizio era conosciuto con il nome di Google Adwords”]Google Ads[/tooltip]ci mette a disposizione gratuitamente.

Una semplice formula per stimare il costo per un mese di campagna è il seguente:

Clic al mese * costo per clic = costo mensile per quella specifica parola chiave

Facciamo un esempio pratico per avere le idee più chiare: se vogliamo vendere la macchina del caffè di cui abbiamo parlato sopra con la query di ricerca “ macchina da caffe” con 3,68€ per costo per clic e circa 385 clic mensili stimati ecco che abbiamo una spesa di 1416€ al mese e stiamo parlando solo di una parola chiave.

Certo si può anche scegliere chiavi a coda lunga come ad esempio “come scegliere la giusta macchina da caffe” dove spenderemo in totale solo 58,48€, ma le ricerca per questa query sono molto basse. Ne vale forse la pena?

Detto ciò non bisogna assolutamente buttare via il PPC perché in aggiunta alla SEO, specialmente per brevi periodo dove si possono fare delle vendite promozionali, può essere un’ottima soluzione utilizzare entrambe le strategie.

Le statistiche infatti ci mostrano che l’accoppiata SEO e PPC generano, se utilizzate assieme, il 25% in più di clic e il 27% di profitto, comparate all’utilizzo di una sola delle due strategie.

 

3. La SEO aiuta a far crescere il tuo brand

Ameno che non siate un colosso come Apple, Amazon o altre big company, non è poi così scontato che le persone cerchino il vostro brand assieme al prodotto o servizio che offrite, non trovate?

E’ giusto quindi affermare che nel 2019 fare la SEO è cruciale per far crescere il proprio brand. Una ricerca dimostra che l’81% dei acquirenti effettua delle ricerche online prima di fare un acquisto. Questo vuol dire che durante questo processo di informazione gli utenti che hanno intenzione ad acquistare, effettuano diverse ricerche andando a modificare più e più volte i termini, ad esempio vanno a leggere le recensioni degli altri utenti che hanno acquistato il prodotto/servizio entrando sempre più nello specifico prima di prendere la decisione finale.

Fateci caso a quante volte effettuate una ricerca e alle parole che utilizzerete la prossima volta che avrete intenzione di comprare qualcosa su qualche E-Commerce.

 

4. La SEO influenza quasi tutti gli aspetti di un business.

Gira la voce che la SEO serva solo per incrementare le visite al proprio sito, quindi tutte quelle aziende che non sono intenzionate a seguire questa strada non investono in un SEO. La verità è che la SEO influenza una grande varietà di aspetti di un business, ecco perché viene considerata l’investimento di marketing più intelligente da fare al giorno d’oggi.

Prima di tutto la SEO ha un impatto molto grande nel modo in cui viene percepito il tuo brand e la reputazione della tua azienda. Le recensioni, ad esempio, sono un ottimo esempio; uno studio del Bright Local’s 2017 Local Consumer Review survey mostra che il 97% dei compratori legge le recensioni e l’85% di loro ritiene molto più affidabili le recensioni online piuttosto che il cosiddetto passaparola.

In parole semplici, fare SEO non vuol dire solo aumentare le vendite correlate direttamente alle visite del sito, ma permette anche di fare brand reputation, ossia, grazie alle recensioni, consente di vendere di più un prodotto o servizio, accrescendone il valore percepito dalla gente.

  • Recensioni ben dettagliate permettono a chi le legge di riconoscersi in quel gruppo di acquisto e di veder risposto il proprio dubbio riguardo a quel prodotto.
  • Per dimostrare che non si tratta solo di chiacchiere, secondo NewsCreed , il 57% dei marketer di tutto il mondo ha confermato che la SEO ha impattato enormemente sulla generazione di contatti altamente profilati.
  • Come terzo punto, grazie alla SEO, si aumenta il traffico al proprio sito, incrementando così la probabilità che i vostri prodotti o servizi siano condivisi sui Social network e si aumenta la possibilità che la vostra azienda sia notata da un possibile cliente che fino ad allora era del tutto inconsapevole dell’esistenza del vostro brand.
  • Il quarto e ultimo punto, ma non meno importante degli altri, è che la SEO vi permette di eliminare moltissime azioni che al giorno d’oggi non sono necessarie, come ad esempio l’invio di email o le fredde chiamate telefoniche in cui vi chiedono semplicemente delle informazioni relative al prezzo di un servizio o più semplicemente l’orario di apertura del negozio. Tutte queste informazioni possiamo trovarle già organizzate in appositi pacchetti locali. Pensate al tempo risparmiato e alla scocciatura di non dover essere interrotti proprio nel momento in cui siete concentrati sul vostro lavoro.

 

5. La SEO migliora tutti i siti web e di conseguenza migliora Internet

Spesso chi crea un sito non si preoccupa affatto di seguire le linee guida di Google e di conseguenza il sito non funzionerà a dovere; la colpa sarà poi addossata a Internet. La frase che spesso sentiamo dire è: “ho provato, ma non ho ottenuto nessun beneficio, anzi ho investito un mucchio di soldi e non sono rientrato dell’investimento”. Questo accade proprio perché molti webmaster o persone alle prime armi credono che bastino 5 minuti per creare il proprio sito internet (come ci viene detto da molti spot in tv) e che questi siano sufficienti per diventare re del web e arrivare a vendere come se foste Amazon.

Ecco perché è fondamentale affidarsi ad un consulente SEO che ha sempre un occhio vigile sulle novità rilasciate Google per avere un sito performante, sicuro e che rispetti le linee guida fornite dal motore di ricerca.

Queste sono solo 5 delle centinaia di ragioni per cui la tua azienda ha bisogno di un SEO professionista e ne ha bisogno ora.

Non perdere la possibilità di duplicare, triplicare, se non quadruplicare il tuo business: infatti, con il giusto investimento ammortizzato sul lungo termine, il tuo business ne trarrà giovamento.

Link-Assistant.com

Altri articoli che potrebbero interessarti

Cos’è la SERP glossario SEO

SERP La SERP è la pagina dei risultato di ricerca di un motore di ricerca. È la pagina che compare quando digitiamo

Google Ads glossario SEO

Google Ads Google Ads è la piattaforma di Google per gestire campagne di pubblicità a pagamento.   Campagne rete ricerca Le campagne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *