Federico Porta

Federico Porta

Consulente SEO esperto in posizionamento sui motori di ricrca e pubblicità a pagamento.

Tabella dei Contenuti

3 consigli su come velocizzare wordpress

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Come velocizzare WordPress

Hai un sito WordPress lento e vuoi velocizzarlo?

Sai che la velocità è uno dei fattori più importanti di ranking presi in considerazione da Google per posizionare un sito web soprattutto nella versione mobile?

Continua a leggere e scopri come velocizzare un sito WordPress.

  1. Ridimensionamento
  2. Compressione
  3. Cache
  4. Host
  5. CDN

Perché velocizzare WordPress?

Oggi più che mai, con il 74% delle visite che provengono da mobile, la velocità del sito è fondamentale non solo per scalare le SERP di Google, ma anche per rendere l’esperienza utente interessante.

La user experience o più brevemente UX è anch’essa un fattore di posizionamento, Google interpreta i segnali che arrivano da un sito, uno studio di Google dimostra come il 53% degli utenti abbandoni un sito web se non si carica entro 3 secondo.

Abbandonare un sito web vuol dire per te che hai un’azienda un potenziale cliente perso che molto probabilmente si rivolgerà alla concorrenza.

Velocizzare WordPress: Immagini

Le immagini sono la parte del nostro contenuto che pesa di più in termini di kb da scaricare, più questi sono alti più il tempo per farlo è maggiore, Google suggerisce di tenere le immagini inferiori ai 100k, ma è molto frequente imbattersi in immagini molto più grandi, spesso nei lavori di restyling di un sito web che ci vengono commissionati troviamo immagini anche di 2/3mb che sono dieci se non venti volte più pesanti rispetto a quanto suggerito in precedenza.

Come fare per rendere le immagini e velocizzare il caricamento di un sito?

Ridimensionamento

Ridimensionare le immagini è il primo step da fare per poter ridurne il peso, quando acquistiamo foto professionali dai servizi di stock oppure le scarichiamo da servizi gratuiti come Pixabay o Pexels bisogna scegliere il giusto formato, è inutile avere un’immagine che ha come dimensione 3600 pixel di larghezza e 2400 di altezza.

velocizzare worpdress
Home page di Pexels

Con la tecnologia responsive che permette al sito web di adattarsi alle dimensione dello schermo le immagini vengono ridimensionare automaticamente, ma questo operazione ha dei costi in termini di tempo, scegliere quindi una misura adeguata è sensato.

Per le slide è attorno ai 1600 di larghezze mentre per un articolo 800 pixel sono più che sufficienti.

Compressione

Il secondo step per avere delle immagini molto leggere e veloci da caricare sta nel comprimerle, così da eliminare tutti quei dati inutili che l’occhio umano non può vedere. Per farlo ci sono moltissimi plugin o tool anche gratuiti che fanno al caso nostro.

  • TinyPng –> va bene anche per comprimere molte immagini, ma non ne permette il ridimensionamento
  • Sqoosh –> comprime un’immagine alla volta, ma permette di scegliere la dimensione ed il formato come il jpg o il più moderno WebP
velocizzare wordpress

La schermata di Sqoosh è molto intuitiva, è sufficiente trascinare un’immagine dentro il proprio desktop per vedere le impostazioni di compressione.

Se le vostre immagini si trovano già su WordPress allora la via più semplice è installare un plugin specifico per la compressione, se ne trovano molti, ma vi consigliamo di utilizzare Short Pixel perché permette di convertire le immagini nel formato WebP.

Oppure se avete la necessità di comprimere tante immagini e ridimensionarle allo stesso tempo si può accedere al server tramite FTP, andare nella cartella upload e scaricare la cartella con la data che ci interessa per poi caricarla successivamente dentro XnConvert che è un programma free open source,  una volta settati i giusti  parametri di compressione si possono ricaricare le immagini nella stessa cartella da dove le abbiamo prese sempre utilizzando FTP.

Come velocizzare WordPress: Cache

con l’utilizzo della cache si può aumentare la velocità del sito WordPress di molto, sfruttare la cache consiste nel far si che l’utente che visita il tuo sito web la prima volta riceva dei cookie che vengono immagazzinati all’interno del tuo computer, così che alla seconda e successive visite il sito non si debba più caricare completamente, ma semplicemente scaricherà solo i file necessari rendendo così il caricamento della pagina molto più rapido.

Di plugin che fanno fanno questo servizio ce ne sono moltissimi, uno dei migliori è Wp Fastest Cache (quello con l’icona della tigre), oppure c’è il più famigerato e conosciuto w3 total cache, ma questo è un più ostico da impostare.

Ricordatevi ogni volta che fate una modifica sul sito di pulire la cache altrimenti gli utenti non vedranno la modifica appena fatta.

Come velocizzare WordPress: servizio di hosting

Quanto conta un servizio di hosting per la velocità di un sito?

Tanto!

Il servizio di hosting è fondamentale per avere una spinta in più sui motori di ricerca, infatti Google predilige un sito veloce piuttosto che uno lento e non solo Google, ma anche gli utenti. Noi consigliamo caldamente di utilizzare un server gestito perché per prima cosa ti permette di non dover improvvissarti a fare il sistemista e gestire tutto dal Cpanel e soprattutto ti mette al riparo da possibili attacchi informatici.

Perché finche non capita niente va tutto bene, spendi 144€ all’anno e hai il tuo sito che gira tranquillamente, ma appena hai un problemino come ad esempio ti bucano il sito e ti ritrovi dentro utenti russi che non riconosci, oppure combini qualcosa modificando qualche file ecco che sistemare il sito e recuperare il backup ( a proposito l’hai fatto il backup degli ultimi 4 giorni)? sorgono i problemi.

Con un servizio di managed hosting questi problemi non accadono semplicemente perché non hai accesso al Cpanel di turno, viene tutto gestito da sistemisti che fanno questo tutto il giorno, fanno in modo che il tuo sito non subisca attacchi.

Questi professionisti si occupano anche di settare la macchina su cui risiede il tuo sito come se fosse una F1, rendono il tuo sito una scheggia, infatti tutti i siti dei nostri clienti si caricano in meno di 1 secondo per l’above the fold e il caricamento completo della pagina è di 1,6s.

L’ottimizzazione da parte di un professionista permette di avere pochissime richieste verso il server riducendo così i tempi di caricamento.

Non esistono plugin per ottenere questi risultati. 

velocizzare wordpress

Prova con Gtmetrix uno dei nostri siti e vedi la velocità, oppure provalo semplicemente aprendo un sito e ti accorgerai della velocità.

Come Velocizzare un sito WordPress: CDN

Aggiungere una CDN che è l’acronimo di Content Delivery Network permette di velocizzare ulteriormente il caricamento di un sito web (anche non WordPress).

Tra i tanti servizi il più famoso è sicuramente CloudFlare che mette a disposizione un piano gratuito di tutto rispetto.

velocizzare wordpress
La rete Cloudflare con tutti i suoi nodi sparsi nel mondo

Questo sistema di Caching avanzato permette di salvare sui dei server dislocati in tutto il mondo una copia del sito internet, così quando viene richiesto da un utente il sito verrà servito dal server più vicino possibile rendendo così il caricamento pressoché immediato.

Con questi piccoli suggerimenti è possibile aumentare di molto la velocità del sito con diversi benefici in termini di User Experience e di visite che otterremo grazie al miglioramento del posizionamento.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Cos’è la SERP glossario SEO

SERP La SERP è la pagina dei risultato di ricerca di un motore di ricerca. È la pagina che compare quando digitiamo

Google Ads glossario SEO

Google Ads Google Ads è la piattaforma di Google per gestire campagne di pubblicità a pagamento.   Campagne rete ricerca Le campagne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *